Fatturazione elettronica 2020: novità dai Länder in Germania

Home / Blog / Fatturazione elettronica 2020: novità dai Länder in Germania
Fatturazione elettronica 2020: novità dai Länder in Germania

I Länder in Germania stanno adottando la fatturazione elettronica. A che punto siamo?

In passato

Per l’interscambio di documenti in formato elettronico lo standard di riferimento è EDI EDIFACT Global Invoice, spesso corredato da accordi privati volti a garantire autenticità dei documenti e conformità con le direttive comunitarie.

Il “vecchio” formato EDI VDA 4906 è da anni in phase-out, seppur ancora in uso.

Inoltre, nel 2014 è stato rilasciato lo standard nazionale di fattura elettronica, ZUGFeRD 1.0, per estendere l’implementazione della fattura elettronica a tutti i settori. Tuttavia, questo modello si è rivelato incompatibile con le direttive europee, spingendo la Pubblica Amministrazione – pressata dalle scadenze comunitarie – ad adottare dal 2017 lo standard XRechnung e successivamente a aderire al network Peppol.

Poi, nel 2019 il FERD (Forum for Electronic Invoicing Germany) ha rilasciato ZUGFeRD 2.0.1 e i termini di adozione di Peppol sul mercato B2G sono diventati i seguenti: 27/11/2020 per fornitori delle PA a livello federale e 18/04/2020 per i Länder a livello regionale e comunale.

Cosa succederà?

Attualmente, gli stati di Baden-Württemberg, Berlino, Brandeburgo, Brema, Renania Settentrionale-Vestfalia, Schleswig-Holstein e Turingia sono a buon punto con l’adozione della fattura elettronica, mentre Amburgo, Assia e Bassa Sassonia sono ancora in fase di sviluppo della tecnologia.

Di seguito, un breve elenco dei canali di comunicazione e degli standard previsti da ciascun Länder sul mercato B2G:

Baden-Württemberg:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail, Webcapture, Webservice.
Standard consentiti: XRechnung e quelli compatibili con il CEN.

Berlino:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail, Webcapture, Webservice e Peppol.
Standard consentiti: XRechnung e quelli compatibili con il CEN.

Brandeburgo:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail, Webcapture, Webservice e Peppol.
Standard consentiti: XRechnung e quelli compatibili con il CEN.

Brema:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail, Webcapture, Webservice e Peppol.
Standard consentiti: XRechnung e quelli compatibili con il CEN.

Renania Settentrionale-Vestfalia:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail, Webcapture, Webservice e Peppol.
Standard consentiti: XRechnung e quelli compatibili con il CEN.

Schleswig-Holstein:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail, Webcapture, Webservice e Peppol.
Standard consentiti: XRechnung, ZUGFeRD 2.0 e i formati compatibili con il CEN.

Amburgo:
Canali di comunicazione: E-mail e DE-mail.
Standard consentiti: XRechnung, ZUGFeRD 2.0 e i formati compatibili con il CEN.

Assia:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail e forse anche Peppol.
Standard consentiti: non ancora ufficializzati.

Bassa Sassonia:
Canali di comunicazione: E-mail e DE-mail.
Standard consentiti: XRechnung e quelli compatibili con il CEN.

Turingia:
Canali di comunicazione: E-mail, DE-mail, Webcapture, Webservice e Peppol.
Standard consentiti: XRechnung e quelli compatibili con il CEN.

I Länder della Baviera, Meclemburgo-Pomerania, Renania-Palatinato, Saarland, Sassonia e Sassonia-Anhalt non hanno ancora ufficializzato l’implementazione della fatturazione elettronica.

Per ulteriori aggiornamenti, stay tuned!