Singapore: a che punto siamo con la Fatturazione Elettronica?

Home / Blog / Singapore: a che punto siamo con la Fatturazione Elettronica?
Singapore: a che punto siamo con la Fatturazione Elettronica?

Partiamo alla scoperta della Fatturazione Elettronica a Singapore.

Di seguito, alcuni aspetti salienti del Paese (World Bank Open Data – 2018):

Stato: Isola Città Stato a Sud della Malesia

Governo: Repubblica Parlamentare

Popolazione: 5.64 milioni di abitanti

Valuta: Dollaro di Singapore

PIL (dollaro): 364.157 miliardi

Singapore, chi sei? (Oxford Economics – 2019)

La città-stato è il principale centro di trasporti e servizi finanziari del Sud-Est asiatico, ma l’economia continua a risentire dell’elevata dipendenza dalla domanda dei partner commerciali e della sua concentrazione nel settore elettronico e farmaceutico. Inoltre, a causa della sua forte dipendenza dal commercio internazionale, Singapore è soggetto ai rischi derivanti dalla controversia commerciale sino-americana e da un duro atterraggio dell’economia cinese.

ASEAN (Association of South East Asian Nations) è un’organizzazione creata per contribuire allo sviluppo economico, sociale e culturale dei paesi del Sud-Est asiatico e assicurare la stabilità dell’intera regione.

Fu costituita nel 1967 da Filippine, Indonesia, Malesia, Singapore e Thailandia, cui si sono aggiunti i Brunei nel 1984, il Vietnam nel 1995, Laos e Myanmar (ex Birmania) nel 1997 e la Cambogia nel 1999.

Ha sede a Giacarta. Nel 1993 ha dato vita ad un nuovo organismo, l’ARF (ASEAN Regional Forum), che riunisce gli Stati membri dell’ASEAN, i loro principali partner commerciali e altri Stati dell’area asiatica per discutere questioni di sicurezza.

In ambito commerciale, dal 1° gennaio 1994 è iniziato il percorso verso un’area di libero scambio (AFTA, ASEAN Free Trade Area) con conseguente abbattimento delle barriere tariffarie tra il 2010 ed il 2015. Infine, nel novembre del 2015 i dieci leader dell’ASEAN hanno creato una Comunità Economica unificata (AEC) per competere con la Cina e l’India.

Singapore. caso studio sulla fatturazione elettronica

Iniziative per far fronte alla digitalizzazione

Per sviluppare un’economia e una società basate sull’innovazione, il Piano RIE2020 prevede un consistente incremento dei finanziamenti pubblici pari a 19 miliardi di dollari entro il 2020. Questi si aggiungono ai 16 miliardi di dollari, già erogati tra il 2011 e il 2015, da investire nel settore della sanità e della sostenibilità urbanistica per creare una “Nazione Intelligente” con un elevato livello di connettività digitale.

Verso la digitalizzazione delle aziende e delle PA

Roadmap del paese

1. L’Info-Communications Media Development Authority (IMDA), Autorità PEPPOL, opera con agenzie governative; associazioni di categoria; APs; fornitori di soluzioni; grandi, piccole e medie imprese. Fra le agenzie governative ricordiamo Accountant General’s Department (AGD), Government Technology Agency (GovTech) e Maritime and Port Authority of Singapore (MPA).
2. L’IMDA sta guidando l’adozione di PEPPOL all’interno dell’Associazione delle Nazioni del Sud-Est asiatico (ASEAN). Assiste anche i paesi limitrofi interessati a introdurre lo standard di Fatturazione Elettronica e a promuovere attività commerciali internazionali.
3. Per incoraggiare l’adozione anticipata nel settore privato del canale PEPPOL, parte dei finanziamenti concessi sono destinati al sistema della fattura elettronica.
4. Infine, è rilevante il lavoro di International Invoicing Study Group, gruppo di lavoro di OpenPEPPOL formatosi per analizzare l’evoluzione dell’infrastruttura PEPPOL. A tal proposito, Singapore è uno dei fattori scatenanti di questa iniziativa, in quanto paese membro che non basa la propria fiscalità sull’IVA.

Singapore. caso studio sulla fatturazione elettronica

FATTURAZIONE ELETTRONICA: Overview

Autorità
Info-Communications Media Development Authority (IMDA)
SGNIC, filiale dell’IMDA, funge da Service Metadata Publisher (SMP)

Normativa
In fase di sviluppo

Standard
PEPPOL BIS Billing 3.0 (IMDA)

HUB B2G
Vendors@Gov

Specifica CIUS
Nessuna

Singapore. caso studio sulla fatturazione elettronica

IMDA

L‘Info-Communications Media Development Authority (IMDA) sta collaborando con la dimensione Industria per implementare il sistema di Fatturazione Elettronica. Gli obiettivi sono migliorare l’efficienza aziendale, ridurre i costi, usufruire di cicli di pagamento più rapidi, accedere a nuove opzioni di finanziamento e porre delle buone basi per una progressiva digitalizzazione.

L’IMDA è diventata la prima Autorità PEPPOL fuori dalla comunità europea con sede a Singapore da maggio del 2018. È responsabile dell’approvazione e della certificazione degli Access Point Provider (APP) e si occupa anche della regolamentazione di norme e specifiche nazionali in funzione dei requisiti richiesti.

A inizio anno (2019) undici Access Point sono stati certificati a livello nazionale e internazionale e altri dieci erano in fase di certificazione. Attualmente, non esiste un’estensione nazionale del formato PEPPOL BIS.

PEPPOL BIS: Billing 3.0

IMDA ha iniziato a sviluppare una potenziale estensione, considerando i requisiti fiscali dell’autorità nazionale (Golden Tax System – GTS). In questo modo, le aziende operano adempiendo alle normative fiscali di Singapore attraverso l’infrastruttura PEPPOL.

SGNIC

Filiale dell’IMDA funge da Service Metadata Publisher (SMP) a Singapore. Qui, gli Access Point di Singapore sono chiamati a registrare l’ID PEPPOL delle imprese con il SMP della città-stato.

Vendors@Gov

Il sistema di riferimento è Vendors@Gov, una soluzione per l’invio delle Fatture Elettroniche, il monitoraggio dello stato di pagamento e l’aggiornamento dei dati. Tutti gli operatori possono inviare fatture in copia digitale agli enti governativi tramite questo portale. Le fatture vengono, quindi, inoltrate elettronicamente alle rispettive agenzie governative per l’elaborazione del pagamento.

Tra i principali vantaggi:

Riduzione degli sforzi amministrativi richiesti;
Invio delle Fatture Elettroniche da qualsiasi parte del mondo;
Riduzione degli errori.

Alla prossima tappa!

Stay tuned!