Seleziona una pagina

Ultimo aggiornamento 9 mesi fa

Il Ministero dell’Economia francese ha annunciato il rinvio dell’obbligo di fatturazione elettronica e segnalazione elettronica per le aziende private, precedentemente previsto per luglio 2024.

Questa decisione sarà discussa in autunno, e il nuovo piano sarà integrato nella prossima legge di bilancio. Pertanto, è essenziale essere aggiornati sulle evoluzioni della fatturazione elettronica nei paesi europei e non europei per chiunque faccia affari al di fuori dell’Italia.

 

Le fasi principali previste in Francia

La Francia sta seguendo una tendenza europea verso la digitalizzazione dei processi aziendali e di approvvigionamento attraverso la fatturazione elettronica. Questa iniziativa mira a combattere l’evasione fiscale e a migliorare la conformità legata all’IVA.

Gli obiettivi includono anche:

  • efficienza,
  • automatizzazione,
  • la trasparenza dei processi aziendali,
  • oltre a promuovere la digitalizzazione delle imprese.

In Francia, l’obbligo di fatturazione elettronica coinvolge due fasi principali:

  • A partire da luglio 2024, tutte le aziende dovranno ricevere fatture elettroniche, mentre le grandi aziende saranno tenute a emettere solo fatture elettroniche ai propri clienti aziendali.
  • A partire dal 1° gennaio 2025, l’obbligo si estenderà alle medie imprese, e dal 1° gennaio 2026, coinvolgerà tutte le piccole imprese.

Tuttavia, le date di implementazione potrebbero subire modifiche, a seconda delle decisioni del governo francese nei prossimi mesi.

 

La piattaforma ufficiale per l’e-reporting

La piattaforma esistente Chorus Pro, utilizzata per la fatturazione elettronica B2G, sarà aggiornata per supportare la fatturazione elettronica B2B, chiamata PPF (Portail Public de Facturation). Le aziende francesi potranno utilizzare terze parti certificate, chiamate PDP (Plateforme de Dématérialisation Partenaire), per inviare fatture elettroniche a PPF.

La segnalazione elettronica sarà supportata dalla piattaforma PPF e richiederà alle aziende soggette all’IVA sul territorio francese di segnalare i dati relativi alle transazioni internazionali B2B e B2C. Le fatture elettroniche dovranno essere compilate in modo completo per garantire il controllo sull’attività degli operatori.

 

Lo schema a Y come modello di fatturazione elettronica francese

Il modello di fatturazione elettronica scelto dalla Francia è il modello a “Y”.

Le fatture passeranno attraverso piattaforme private certificate, che fungeranno da intermediari per la piattaforma pubblica. Questo sistema consentirà l’invio e la ricezione di fatture tra imprese e professionisti che preferiscono non utilizzare intermediari.

Questi sviluppi seguono l’obiettivo comune europeo di aumentare la digitalizzazione dei processi aziendali e di approvvigionamento attraverso la fatturazione elettronica, con benefici quali l’efficienza, il risparmio di costi, la riduzione dei tempi di pagamento e la sostenibilità ambientale.

 

I vantaggi di scegliere DMP

Sulla piattaforma DMP trovi i nuovi servizi per l’interscambio di fatture elettroniche con l’estero.

Rispetta le modalità richieste dal singolo Paese per essere sempre conforme.
Conosci lo stato della Fatturazione Elettronica in Europa e avvia il tuo progetto di Fatturazione Elettronica B2B o B2G.

La piattaforma a micro-servizi DMP di Dedicated garantisce la piena compatibilità con le normative di fatturazione elettronica europea ed un’integrazione nativa, affidabile e scalabile con l’ERP SAP.

Forniamo servizi cloud di e-invoicing con una soluzione unica per rispettare la legislazione a livello globale.

Contattaci per informazioni più specifiche su come ottenere compliance a livello Europeo.